COUNTRY ATTRACTIVENESS si pone l’obiettivo di individuare i fattori macroeconomici e “business specific” più pertinenti al settore di interesse

e di identificare i paesi target più promettenti, su cui approfondire le analisi di mercato e competitività.
Per i 75 paesi considerati viene analizzata:

  1. l’attrattività: cioè l’insieme delle caratteristiche demografiche, economiche, tecnologiche, geografiche, socioculturali di un paese che lo rendono appetibile per un’impresa,
  2. l’accessibilità: cioè la maggiore o minore presenza di barriere all’entrata di tipo concorrenziale, naturale o artificiale e dalla possibilità di riuscire a gestire il mercato,
  3. i tassi di crescita delle importazioni totali per ogni paese al fine di elaborare un indice di Trend Import.

L’attrattiva relativa dei mercati esteri viene valutata in base a una serie di variabili:

  • caratteristiche generali dei paesi, tra cui la quantità e la tendenza delle importazioni dal paese interessato
  • caratteristiche specifiche del paese, legate al business di interesse della società, cioè della quantità e della tendenza delle importazioni specifiche

D’altro canto, la capacità dell’azienda di affrontare i diversi paesi e il loro potenziale è altrettanto importante: questo aspetto è valutato tenendo conto sia dell’esistenza di ostacoli generali, che del profilo competitivo stimato dell’impresa ( che è anche influenzata dalla sua strategia e dal suo grado di Readiness).

Il grafico mostra la posizione relativa dei primi 10 paesi, (su un elenco di 75) classificati in termini di attrattività (sull’asse X) e il loro grado di accessibilità per l’azienda (sull’asse Y).

COUNTRY ATTRACTIVENESS fa parte della suite Ready To Export, il tool web pensato per le PMI che vogliono affrontare i mercati internazionali.

Scopri anche gli altri moduli:

attractiveness

Output

Elaborazione di un’analisi di “ranking” complessivo dei paesi candidati utilizzando lo schema di valutazione sopra indicato.