La valutazione del rischio informatico per le aziende è un procedimento necessario per la compliance al GDPR, ma che va ben oltre l’obbligo di legge: proteggere i dati trattati dalle aziende, vuol dire proteggere le persone a cui quei dati appartengono. I rischi sono diversi e non banali, e aumentano di pari passo con la mole di dati sensibili trattati e la complessità della infrastruttura tecnologica utilizzata.

Fabio Di Nicola è responsabile della Business Unit ISEC, la struttura di Ecoh Media dedicata alla sicurezza informatica. Con oltre venti anni di esperienza, oggi Fabio ci aiuta a fare il punto della situazione in materia di valutazione del rischio informatico, compliance al GDPR e rischi per le aziende, soprattutto per quelle nel settore della sanità, in cui ISEC di Ecoh Media ha una lunga expertise.

  • In che modo la valutazione del rischio informatico è necessaria per la compliance al GDPR?
  • Come si svolge questa valutazione?
  • Per quali scopi possono essere “rubati” i dati di un’azienda?
  • Quali aziende devono fronteggiare i rischi più elevati?
  • Che ruolo ha la componente umana nella sicurezza informatica?
  • Quindi, la sicurezza informatica riguarda davvero tutti?

LEGGI L’ARTICOLO COMPLETO

Questo articolo ti è piaciuto?