Palo Alto Networks lancia NGFW PAN-OS 10.0

Una release incredibile, con più di 70 nuove funzionalità tra cui il Machine Learning

In un lancio che ha segnato una svolta radicale per la sicurezza informatica, Palo Alto Networks ha presentato NGFW PAN-OS 10.0, una release con più di 70 nuove funzionalità tra cui l’aggiunta del motore Machine Learning, al Next Generation Firewall.

Il nostro Sales Executive di Ecoh Media, Marco De Angelis, ha seguito il lancio e ci spiega la portata delle innovazioni di Palo Alto.

Marco, in cosa consiste questa svolta “radicale” nella sicurezza informatica, rappresentata dalla nuova release PAN-OS 10.0?

Analizzare velocemente le minacce sulla massa dei dati operativi e di sicurezza, anche in termini di prevenzione dall’accadimento di incidenti, è un’esigenza sempre più sentita oggi, da parte di chi si occupa di sicurezza informatica.

La novità introdotta da Palo Alto Networks spinge in questa direzione.
La svolta sta anche e soprattutto in tre punti di forza della release: il Machine Learning ad alta velocità, il mantenimento dell’hardware già utilizzato per le piattaforme supportate e la capacità di rilevare anche minacce sconosciute.

PAN ha infatti montato un motore di Machine Learning (ML) all’interno del Next Generation Firewall che agisce in real time lavorando in un lapse misurabile in millisecondi. Questa funzionalità di ML è già supportata da  PA-220, PA-800, PA-3200, PA-5200, PA-7000 dalle serie VM.
Il ML aggiunge ancora più funzionalità a quelle già presenti con la subscription WildFire.

Perché il Machine Learning in sicurezza informatica?

Il Machine Learning, oltre alla velocità di individuare nuove minacce, serve a migliorare l’analisi dei falsi positivi e a lavorare in ottica di sicurezza IoT.

Infatti l’Internet of Things e la connessione di tanti devices contemporaneamente aumenta il perimetro delle vulnerabilità della rete e bisogna fare in modo che ogni dispositivo collegato sia affidabile e sicuro. Il ML è una risorsa anche in questo senso.

Come si ottiene la subscription per il Machine Learning in PAN 10.0?

Per avere il Machine Learning in PAN 10.0 occorre una subscription specifica, e va quindi acquistata una licenza. Il vantaggio è che le funzionalità basate su ML funzioneranno immediatamente in linea con WildFire e con l’URL Filtering. Sono infatti stati effettuati dei test ed è emerso che la funzione di Machine Learning ha un impatto basso sulle prestazioni del Firewall.

Per quanto concerne invece la prevenzione contro il phishing e malware, con l’utilizzo della funzionalità di ML, occorre acquistare le già citate subscriptions di WildFire per l’analisi dei file e URL Filtering, per l’analisi del web.

I clienti che hanno già queste subscription non dovranno acquistare nessun elemento aggiuntivo.

Quando si potrà acquistare PAN-OS 10.0?

La prima uscita è prevista per questo mese di luglio. Comunque le funzionalità di PAN-OS 10.00, inclusa quella di Machine Learning, verranno implementate anche nelle future versioni di Prisma Access. 

In che modo Ecoh Media può supportare i clienti nella scelta dei prodotti Palo Alto Networks per la sicurezza?

ISEC è la Business Unit di Ecoh Media dedicata alla sicurezza informatica. 

Abbiamo instaurato una partnership con Palo Alto Networks per offrire ai nostri clienti una serie di servizi e prodotti di sicurezza in cloud, in rete e in mobile.

Vista la nostra lunga expertise in ambito IT e le tecnologie riconosciute a livello globale di Palo Alto Networks, possiamo fornire ai clienti non solo la vendita del prodotto, ma anche la consulenza e il supporto necessario per implementare una strategia di sicurezza informatica. Questa non può prescindere infatti dalla condizione reale dell’azienda, perciò partiamo sempre da un’analisi del rischio informatico, per proporre poi soluzioni di mitigazione e prodotti di assoluto valore, come quelli di PAN.

Per scoprire i prodotti Palo Alto Networks per la sicurezza informatica, visita la pagina dedicata.